Webcam con microfono migliori del 2020

Utilità di avere una webcam con microfono

Per un incontro professionale, una discussione con un amico o per trasmettere un videogioco in streaming, la webcam è uno strumento essenziale. Molti computer offrono già una fotocamera integrata, ma la sua qualità video è generalmente scarsa. Una buona webcam può aiutarti a catturare e trasmettere la tua migliore immagine, grazie alle opzioni che la maggior parte delle webcam integrate non hanno.

Messa a fuoco automatica, correzione della luce, video Full HD, possibilità di scegliere la migliore inquadratura, eccetera. La maggior parte dei laptop moderni e i computer desktop hanno una fotocamera decente, se non proprio buona, integrata. Molti utenti quindi non hanno bisogno di una webcam separata.

Detto questo, le webcam USB possono offrire una migliore qualità e funzionalità aggiuntive.

Se stai usando un secondo schermo o se la webcam integrata del tuo laptop si trova in un posto strano, una webcam a parte ti aiuta a inquadrarti in modo appropriato. In questo modo, guardi la fotocamera a livello degli occhi, invece di ritrovarti con una brutta angolazione.

È un’opzione più performante per le videoconferenze, le chiamate e le dirette su YouTube. Se stai trasmettendo in streaming, è fondamentale poter inquadrare correttamente con una videocamera esterna. In generale una buona webcam dovrebbe soddisfare determinati criteri di base.

Criteri basilari di valutazione

Per quel che riguarda risoluzione e frequenza dei fotogrammi, sono migliori le webcam almeno compatibili con i video full HD, vale a dire con risoluzione 1920 x 1080 o 1080p a 30 frame / secondo. Questi parametri sono utili per lo streaming e per i video acquisiti localmente.

Alcuni dispositivi sono compatibili con i video 720p a 60 frame / secondo, il che consente un rendering video più fluido, ma ciò non è necessario per la maggior parte delle persone che vogliono solo guardare meglio le video chiamate. L’autofocus è molto comodo. Questa funzione consente alle webcam di regolare automaticamente la messa a fuoco quando ci si avvicina o ci si allontana dalla fotocamera o quando si tiene qualcosa davanti ad essa.

La correzione automatica della luminosità e del colore sono altrettanto utili.

Dovrebbe essere possibile regolare manualmente queste impostazioni, se lo si desidera, ma qualsiasi buona webcam con microfono dovrebbe fornire un’immagine adatta senza che sia necessario modificare le impostazioni. La maggior parte delle webcam è dotata di un microfono che cancella il rumore, il che semplifica l’ascolto quando chatti in una stanza dove c’è rumore di sottofondo.

Obiettivo in vetro e supporto

Dovrebbe essere possibile regolare manualmente luminosità e correzione del colore ma, se lo si preferisce, qualsiasi buona webcam dovrebbe fornire un’immagine adattata automaticamente senza doverlo fare. Qualsiasi webcam con microfono ha bisogno di una clip che ne faciliti il posizionamento su una varietà di schermi di laptop e computer desktop.

Dovrebbe essere facile inclinare il microfono verso l’alto o verso il basso a seconda della fonte audio. I supporti che consentono anche alle telecamere di stare in piedi indipendentemente su un tavolo o una scrivania, di ruotare la telecamera o che offrono un treppiede sono utili.

Le lenti di vetro hanno generalmente una migliore qualità dell’immagine rispetto a quelle di plastica.

Le webcam di fascia medio-alta hanno un obiettivo in vetro, ma alla fine sono la risoluzione della fotocamera, la messa a fuoco automatica e le regolazioni di luminosità / colore che hanno il maggiore impatto sulla qualità di immagine. Un campo visivo più ampio consente alle persone con cui chatti di vedere un pezzo più grande di te e la stanza intorno a te.

Per la chat video, un campo visivo più ampio non è così importante e la maggior parte delle webcam offre più o meno gli stessi angoli di visualizzazione. Quasi tutti i modelli di fascia media hanno un campo visivo compreso tra 70 e 80 gradi, quelli economici offrono un campo visivo di 60 gradi, mentre i modelli di fascia alta hanno un campo visivo di 90 gradi o di più.

Webcam con microfono per lo streaming

Uno dei primi criteri per la scelta di una webcam per lo streaming è la definizione del suo sensore. È ciò che renderà buona la qualità dell’immagine che trasmetti. In un momento in cui quasi tutti i televisori hanno risoluzione 4K, le webcam in streaming si concentrano principalmente su 720p (1280 x 720 pixel progressivi) o 1080p (1920 x 1080 pixel).

Ciò è dovuto principalmente alla quantità di larghezza di banda richiesta da UHD. Sarà quindi necessario anche occuparsi della frequenza dei fotogrammi al secondo. Come per i giochi, preferire i modelli di webcam con microfono che possono registrare 60 fotogrammi al secondo per una maggiore fluidità. Le webcam in grado di gestire il 4K non sono tanto più numerose e la maggior parte sono piuttosto costose.

I formati 1080p e 720p sono quindi i più comuni, tuttavia lo streaming con la massima qualità possibile oggi è 4K UHD.

Un’immagine è data anche dal campo visivo e dall’ottica della tua webcam, espressa in gradi. Più l’angolo di visuale è stretto, più l’immagine sarà stretta sul soggetto e viceversa. Alcuni modelli offrono la possibilità di adattare questo campo visivo.

Infine, come con qualsiasi fotocamera, anche la qualità della messa a fuoco automatica e delle opzioni di elaborazione delle immagini (compensazione dell’esposizione, gestione della sensibilità) sono importanti. Se la maggior parte delle webcam ha un microfono, sono solo una soluzione di eccezione per lo streaming, perché ciò che conta sono la qualità e la fluidità del video. Il microfono può essere anche a parte.

Schede di acquisizione video

Se il tuo computer può gestire la codifica dei video prima della trasmissione, ciò userà tutte le risorse della CPU o della scheda grafica. La conseguenza, se il PC non è abbastanza equipaggiato, si sentirà sul tuo streaming con potenziali latenze, blocchi o perdita di dati.

Che tu usi un PC, una console o uno smartphone, avere un dispositivo di acquisizione video migliorerà notevolmente la tua esperienza di streaming e quella dei tuoi spettatori. Ci sono due soluzioni: la scheda di acquisizione integrata o la scheda di acquisizione esterna.

In entrambi i casi devi valutare sempre le risoluzioni supportate: preferisci almeno 1080p 60 FPS e, se possibile, opta per 4K UHD.

La connettività è altrettanto importante. La maggior parte delle schede di acquisizione ha un ingresso e un’uscita HDMI, accertati di scegliere l’ultimo standard attuale. Lo stesso vale per le prese USB, che si possono trovare: meglio USB 3.0 Tipo C.

Avere un ingresso / uscita per le cuffie è un grande vantaggio, così come una suite software integrata. La possibilità di memorizzare direttamente su scheda SD e la gestione del suono tra gioco e voce del microfono sono punti da valutare con attenzione.

Schede interne e esterne

Abbiamo detto che le schede di acquisizione video possono essere interne ed esterne. La scelta dipende innanzitutto dalla scheda madre, ovvero dagli slot disponibili su di essa, e poi dallo spazio libero. La scheda interna viene montata una volta per tutte e non occupa spazio, quella esterna deve essere posizionata nei pressi del computer.

Oggi le schede di acquisizione interne hanno interfaccia di connessione di tipo PCI Express moderna e più veloce, tuttavia se il computer è un po’ datato, si trovano ancora schede di acquisizione con interfaccia PCI. Spesso sono più efficienti nella codifica e più complete di quelle esterne e le più avanzate sono in grado di trasmettere un flusso live mentre lo registrano localmente, ad esempio per il post-editing.

Le schede di acquisizione esterne sono più semplici da usare.

Non c’è bisogno di aprire il computer per montarle e funzionano anche se non ci sono slot disponibili sulla scheda madre. Si tratta di una soluzione perfetta per chi ama lo streaming ovunque si trovi, basta che stacchi la scheda esterna e la porti nel luogo di registrazione.

Quasi sempre le schede di acquisizione esterne hanno della memoria e una porta per inserire una scheda SD per archiviare le registrazioni. Queste schede esterne sono usate dai giocatori di console e si collegano tramite USB 2.0 o USB 3.0.

Sarà necessario prestare attenzione a questo punto, poiché i riferimenti USB 2.0 sono in effetti meno efficienti sui bit rate rispetto a USB 3.0. Su alcune schede la codifica è delegata al computer, ma questo consuma risorse.

Webcam con microfono integrate

Esistono diversi tipi di prodotti sul mercato, ma i più comuni sono webcam integrate, esterne e con microfono. La webcam integrata con obiettivo incorporato è un componente presente nella maggior parte dei laptop. La maggior parte ha obiettivo fisso ma, se vuoi qualcosa di migliore, troverai sul mercato tanti modelli che possono sostituire il tuo mini obiettivo.

Le webcam esterne sono il tipo più venduto e non richiedono installazione all’interno del monitor stesso.

Nella maggior parte dei casi, tutto ciò che devi fare è installarla utilizzando una porta USB e seguire le istruzioni fornite. L’immagine sarà decisamente più nitida rispetto alla webcam integrata nel notebook.

Per sfruttare un uso più ampio, puoi passare alle webcam che includono un microfono. Grazie a loro, sarà più facile fare chat video online. Questo significa che sono più efficaci per parlare mentre vedi in tempo reale la persona con cui stai interagendo.

Il sensore e la risoluzione

Il sensore è l’elemento principale di una webcam, perché è grazie ad esso che puoi determinare la qualità dell’immagine. Chi è alla ricerca di un accessorio economico deve puntare ad articoli con un sensore CMOS. Se vuoi maggiore qualità devi cercare un sensore CDD, la prima scelta in termini di risoluzione dell’immagine, ma molto più costosa.

Il prezzo è ben giustificato dal rendering e dalla restituzione dell’immagine catturata. Per fare la scelta giusta, devi controllare la risoluzione e la velocità della webcam con microfono. Ciò comporta il controllo del numero di pixel per immagine. C’è la risoluzione standard che inizia da 640 pixel e quella alta, che ha come minimo 1079 pixel.

Le webcam con risoluzione standard sono quelle con una risoluzione non superiore a 1,3 milioni di pixel, il che però è sufficiente per darti una qualità accettabile dei video.

Le webcam con una risoluzione superiore a 2 milioni di pixel sono sicuramente migliori e costano poco di più. Sebbene siano piuttosto datate, esistono ancora in commercio vecchie webcam in formato VGA a 480p, ma non è consigliabile comprarle a meno che non ci si accontenti di una risoluzione veramente mediocre.

Per una risoluzione accettabile, videoconferenze o streaming di video mentre si gioca, ci vogliono almeno 720p. Il gruppo ottico più blasonato è certamente quello con lenti Zeiss, conosciute che nell’ambito degli occhiali.

Sono lenti che costano parecchio, ma si può stare sicuri sulla loro qualità. Abbiamo già accennato all’angolo di visione della webcam, che è molto importante, così come la presenza di uno zoom per ingrandire o ridurre le riprese.

Autofocus e riprese al buio

Abbiamo già detto che l’autofocus è fondamentale per ottenere riprese sempre a fuoco senza bisogno di intervenire manualmente. La messa a fuoco automatica non è disponibile nelle webcam con microfono molto economiche. Si tratta di una caratteristica importante, soprattutto se i soggetti ripresi si muovono avvicinandosi e allontanandosi dall’obiettivo.

Quando per motivi di budget sei costretto a comprare una webcam con messa a fuoco fissa presta molta attenzione a regolare manualmente gli oggetti e le persone che si muovono di fronte alla telecamera. Oggi le webcam con microfono senza autofocus sono abbastanza rare e relegate al mercato molto economico.

Per avere l’autofocus automatico si spende poco di più e conviene certamente investire in tal senso.

Talvolta non ci si pensa, ma anche riuscire a vedere al buio o con luci artificiali è molto importante. Le webcam migliori hanno sempre una luce integrata oppure un sensore per fare riprese di notte. La luce c’è sempre in tutti i modelli, però gli apparecchi in grado di realizzare riprese al buio sono più rari e costosi.

Se non hai necessità di fare riprese al buio puoi evitare questa feature. Inutile sottolineare che tutte le webcam si possono spostare in diverse posizioni e poterle ruotare in orizzontale e verticale agevolmente è indispensabile per riuscire ad ottenere inquadrature a proprio piacimento.

Il microfono delle webcam

Siamo parlando di webcam con microfono, dunque soffermiamoci su questo accessorio. Abbiamo già detto che quasi sempre è integrato nelle webcam dei laptop ed anche in quasi tutte quelle in vendita. La qualità del microfono è importante e non tutti ce l’hanno uguale.

Alcuni microfoni sono in grado di ridurre il rumore di sottofondo per catturare solamente quelli utili ed è una caratteristica da non sottovalutare.

I microfoni possono essere monodirezionali o omnidirezionali. Presta attenzione alle tue esigenze, se registri in ambienti chiusi o aperti, perché questa differenza è fondamentale. I microfoni omnidirezionali sono in grado di catturare audio con la stessa qualità indipendentemente da dove provenga, perciò sono migliori e più costosi degli altri.

Se però hai bisogno soltanto di registrarti mentre partecipi alle videoconferenze, è preferibile un microfono monodirezionale che cattura solamente la voce senza i rumori esterni. Scegli sempre un microfono stereo.

Come collegare le webcam con microfono

Le webcam si collegano tramite USB ed è importante prestare attenzione allo standard supportato. Per lo streaming in 1080p / 60 FPS o 2160p / 30 FPS, dovrai avere USB 3.0 in attesa dei prossimi sviluppi. Una webcam USB 2.0 non ti impedirà lo streaming, ma la sua velocità inferiore ti limiterà di più.

Le webcam possono essere collegate direttamente alla scheda madre del PC come una periferica convenzionale, o su un sistema più professionale basato su una scheda di acquisizione, interna o esterna. Queste soluzioni consentono una codifica di qualità migliore e alleggeriscono il computer.

Per rendere la vita più facile agli streamer in erba, i produttori sono in competizione per mettere in vendita webcam facili da usare.

Alcuni modelli hanno luci LED in posizione ad anello attorno all’ottica, per fornire un’illuminazione di qualità ed eliminare le ombre sul viso. Altri offrono tecnologie per facilitare il ritaglio o neutralizzare lo sfondo.

Un altro punto che dovrebbe attirare l’attenzione è l’ergonomia. La tua webcam deve essere pratica da usare e stabile per non dover intervenire in diretta mentre stai registrando. Utile anche la compatibilità con i principali software di streaming.

Garanzia e prezzi

La maggior parte delle webcam sono vendute con una garanzia di due o tre anni. In generale, le webcam sono accessori per ufficio relativamente semplici con scarsa esposizione a rotture. Quasi tutte le webcam con microfono funzionano senza bisogno di installare software aggiuntivo.

Tuttavia, se la webcam viene venduta con un CD, questo software dovrebbe essere solo un bonus che ne facilita l’uso.

Una webcam che offre un’ottima qualità video non deve necessariamente costare di più. Anche gli streamer professionisti o gli YouTuber più esigenti non devono spendere più di 200 euro. Le webcam con prezzi superiori a questo importo offrono spesso un campo visivo più ampio, 90 gradi contro i 70 – 80 gradi, il che è utile se si desidera mostrare la stanza in cui ci si trova con maggiori dettagli (un tavolo da conferenza con diversi partecipanti, per esempio).

Altri modelli di webcam più costosi sono progettati per un uso professionale, il che significa principalmente che sono certificati per funzionare con Skype e altri software video. Si noti tuttavia che la maggior parte delle migliori webcam con microfono integrato non necessita di questa certificazione per funzionare con questi programmi.

Webcam con microfono migliori del 2020

Al Rey

Ex tecnico hardware e software con studi di ingegneria informatica alle spalle, mi dedico da tempo alla scrittura on-line e sono in procinto di iscrivermi all’Ordine dei Giornalisti. Ho qualche anno di esperienza in diversi settori, ma l’informatica è quello che preferisco perché lo conosco sin dalla nascita dei PC negli anni '80. Mi piace seguire l'evolversi di invenzioni e nuove tecnologie e tenermi aggiornato sull'uscita di nuovi prodotti sul mercato.

Back to top
Webcam con Microfono